Roma Inter conferenze stampa probabili formazioni

Conferenza stampa Paulo Fonseca Live

13.32 – Inizia la conferenza stampa 

Come ha preparato una sfida così insidiosa?
“E’ vero che l’Inter ha grandi giocatori, grandi individualità. Ma non posso vedere solo quello. L’Inter è una grande squadra, ha un’identità forte, è facile capire come giocare, ma è difficile da contrastare. Per me è una squadra collettivamente forte, ma abbiamo preparato la partita pensando a questo”. 

Come sta Spinazzola?
“Spinazzola ha recuperato, sta bene e si è allenato bene. Giocherà domani”

Chi giocherà tra Villar e Cristante?
“Questa è una domanda per sapere chi giocherà, due tra Villar, Veretout e Cristante giocheranno domani”. 

Se la Roma domani vincesse entrerebbe nella lotta al titolo?
“Per noi è importante la partita di domani, vogliamo giocare per vincere. Poi pensiamo alla Lazio. Non è giusto pensare di più in questo momento”. 

Ringrazierà Conte per aver rifiutato la panchina della Roma due anni fa?
“Sicuro domani parleremo prima o dopo la partita, ma non credo parleremo di questo”. 

Chi sceglie in porta?
“Mirante non sta bene, si è allenato ma ha sentito un fastidio. Gioca Pau”.

Come sta Diawara?
“Sta bene, molto meglio fisicamente. Deve aspettare, avrà sicuro un’opportunità di giocare, ma ora si sta allenando molto bene. È un grande professionista, si allena sempre bene. Sono fiducioso che a breve avrà una chance di giocare”.

Ha lavorato sulla testa dei giocatori?
“Abbiamo lavorato come sempre. Tutti i giocatori sono molto motivati, mi sembra che la squadra abbia fiducia e ambizione per giocare una buona partita”.

L’Inter ha movimenti codificati. Quanto è importante non concedere la profondità?
“L’Inter gioca con le due punte e usa la profondità, ma in Italia tutte le squadre sono molto profonde. Domani sarà lo stesso, è importante controllare la profondità dell’Inter”.

Quando ha potuto ha sempre cambiato molto. Sta raccogliendo i frutti di quel turnover? A livello di consapevolezza è il momento migliore?
“È un buon momento, la squadra sta vincendo e ha fiducia. Importante far giocare tutti, ora dobbiamo gestire questi 2-3 mesi bene, abbiamo tante partite ed è importante che tutti stiano bene fisicamente per affrontare queste gare, che sono tante”.

Dopo quello con la Juventus, questo è il secondo big-match in casa. Quanto mancheranno i tifosi?
“Molto. C’è un’atmosfera diversa, avere i tifosi è importante. Non li abbiamo allo stadio, ma sentiamo sempre il loro appoggio qui a Trigoria e quando andiamo allo stadio. Penso che fosse una partita importante per avere i tifosi”.

Senza Mirante, chi diventa il secondo?
“Fuzato. Sarà con noi domani”.

13.42 – Termina la conferenza

Conferenza stampa Antonio Conte live

14.01 – Iniziata la conferenza stampa di Antonio Conte

Affrontate una Roma in salute e forte nelle individualità: che gara si aspetta? – “Sono forti e stanno facendo molto bene, possono giocarsela per lo scudetto e per un posto Champions”

Quanto è fondamentale questo trittico importante? – “Contro le squadre forte puoi misurare la tua ambizione e la tua forza”

Nei secondi tempi fate meglio: si è dato una spiegazione e ne parlerà con la squadra? – “Non so se c’è una spiegazione, l’anno scorso era il contrario. Se adesso sta capitando l’opposto non saprei, l’approccio è sempre giusto anche contro la Samp: dominavamo e poi siamo andati sotto di due gol. Va considerato l’atteggiamento e il nostro non è mai stato sbagliato”

Le questioni Eriksen e possibile vendita club possono infastidire e deconcentrare la squadra? –“Io non ne parlo, chi vorrà è libero di farlo. Noi dobbiamo cercare di fare del nostro meglio sul campo, da qui fino alla fine della stagione“L’anno scorso avete chiuso con la miglior difesa, quest’anno subite di più: solo in cinque occasioni avete mantenuto la porta inviolata. Come si spiega questa differenza da una stagione all’altra? – “In tutte le situazioni, in fase offensiva come in quella difensiva, è sempre tutta la squadra a prendersi meriti o tiratine d’orecchie. Tutti partecipano, la nostra è un’ottima fase offensiva viste le palle gol costruite e i tanti uomini che portiamo in zona gol. Per quella difensiva sicuramente poteva esserci più equilibrio e perciò dobbiamo migliorare”

Come ha visto in questi giorni Vidal dopo il match contro il Crotone? – “Si è allenato con determinazione e voglia. Qualche volte uso la carota e con lui l’ho fatto spesso, altre serve il bastone. Voglio bene a lui e alla squadra, Arturo sa che se qualcosa non mi piace non giro la testa a far finta di niente”

Vecino può essere già reintegrato: ci punterà? –“Sta lavorando a parte, si sta integrando e ci vorrà ancora un po’ di tempo, ma sapete come ho detto in passato che non ci saranno entrate o uscite. Perciò quando starà bene, sarà reintegrato in squadra e farà parte del gruppo a tutti gli effetti”.

14.16 – Terminata la conferenza stampa di Antonio Conte

Roma Inter le probabili formazioni

Roma Per la Roma confermato Pau Lopez in porta vista l’assenza di Mirante. I tre difensori saranno ancora una volta Mancini, Smalling e Ibanez. A centrocampo Cristante prende il posto di Villar, affiancato da Veretout. Sulle fasce giocheranno Karsdorp e Bruno Peres mentre dietro al rientrante Dzeko ci saranno Pellegrini e Mkhitaryan.

Inter

Nell’Inter come sempre in porta ci sarà Handanovic, copeto dai tre centrali Skriniar, De Vrij e Bastoni. Sulle fasce a centrocampo giocheranno Hakimi e Young, mentre i tre centrocampisti centralli sono Barella, Brozovic e un tra Vidal e Gagliardini. Le due punte saranno Lukaku e Martinez.

Le probabili formazioni di Roma-Inter

ROMA (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Smalling, Ibanez; Karsdorp, Cristante, Veretout, Bruno Peres; Lo. Pellegrini, Mkhitaryan; Dzeko. Allenatore: Fonseca INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, de Vrij, Bastoni; Hakimi, Barella, Brozovic, Vidal, Young; Lautaro Martinez, Lukaku. Allenatore: Conte

Lascia un commento